21

Gen

Apple cita Kodak per 3 brevetti

Chi la fa l’aspetti, la società di Cupertino dopo esser stata accusata da Kodak

di infrangere alcuni brevetti che riguardano le fotocamere, ecco che cita e porta in tribunale la ‘rivale’ d’aula accusandola di violare la proprietà intellettuale di alcune sue idee. Della serie, tu fai causa a me e io la faccio a te, vediamo chi vince.

Apple non si tira indietro, anzi tutt’altro e così, dopo che è stata trascinata in tribunale, trascina lei in aula la Kodak che ora rischia grosso. La società californiana rivendica ben tre brevetti che hanno fruttato, all’azienda produttrice di materiale fotografico, ben tre miliardi di dollari.

La società di Cupertino ha presentato al tribunale fallimentare di New York un documento dove si dichiara che Kodak sta cercando di riprendersi chiedendo finanziamenti per 950 milioni di dollari. Apple fa notare anche che ci sono ben tre progetti che appartengono alla mela e che riguardano la cattura di immagini e presentare un’anteprima su uno schermo LCD, un brevetto che prende il nome di 218.

E’ proprio questo il brevetto che rivendica Apple e chiede , pertanto, che gli siano restituiti i 3 miliardi di dollari ricavati con l’utilizzo di questa proprietà intellettuale che di certo non gli appartiene, inoltre fa notare al giudice di come  Kodak rivendichi qualche cosa che non è mai stata sua.

Oltre al brevetto 218, Apple rivendica il brevetto 216 e l’attribuzione della prima macchina fotografica, prodotta da Apple e che prendeva il nome , nel 1994, di QuickTake 100. Kodak sembra che sia giunta al termine della sua vita, la rivale sa il fatto suo e con queste richieste presentate in tribunale il problema è più grande della stessa azienda!

Scrivi un commento