Steve Jobs “Distruggerò Android”

La rivalità con Android non era solo questione di business, Steve Jobs aveva preso la cosa come una sfida personale, una questione che sentiva molto vicina a se.

Si legge nella biografia, lo conferma l’autore Isaacson, e tra le frasi presenti nel libro ecco comparire un qualcosa di incredibilmente inaspettato. Jobs andò su tutte le furie quando gli venne chiesto di Android “ Spenderò anche il mio ultimo respiro – dice Steve – se ce ne sarà bisogno, e fino all’ultimo centesimo dei 40 miliardi di dollari che Apple ha per vendicarmi di questo torto. La mia intenzione è distruggere Android perché è un prodotto rubato

”.

Queste parole fanno ben capire a che livello era la sopportazione di Steve per quanto riguarda Android, lui afferma che questo è un dispositivo copiato e come tale va distrutto e per farlo ogni mezzo è lecito.

In un incontro tra Schmidt ( responsabile di Android) e Steve, quest’ultimo disse : “Non voglio i tuoi soldi, se mi offri del denaro non lo voglio. Ho un sacco di soldi, voglio invece che tu non usi le nostre idee in Android, ecco tutto quello che io voglio”.

Le parole di Jobs fanno capire le intenzioni di Apple e sui futuri movimenti della società, sicuramente l’obiettivo primario è abbattere Android, il sistema operativo ‘copiato’ e che a Steve non è mai andato giù. Insomma, Steve aveva preso la cosa molto sul personale, tanto da farne una questione di primaria importanza , per lui c’era la priorità di rendere inutile Android, fin ora non ci è riuscito, ma chissà cosa ha lasciato in eredità alla Apple.