Jailbreak iOS 5.1 untethered il punto e HackStore

Ancora a lavoro pod2g e company per trovare un metodo di sblocco per gli iPhone e gli iPad che hanno il sistema operativo iOS 5.1, aggiornamento arrivato a marzo scorso e che ha bloccato il jailbreak sui dispositivi che hanno eseguito l’aggiornamento dell’OS mobile degli iDevice Apple. Secondo le ultime notizie, pare che pod2g è riuscito ad individuare un punto di vulnerabilità all’interno del sistema operativo che servirà ad eseguire il jailbreak dell’iOS 5.1

untethered. Al momento però non sono stati rivelati dettagli per quanto riguarda la procedura, ma viene spiegato su Twitter mentre Apple provvede ad aggiornare i vari ‘buchi’ del sistema operativo.

Pod2G nei giorni scorsi aveva detto che per avere la procedura di sblocco sui dispositivi iOS 5.1 si doveva attendere qualche mese, ma ora qualche giorno fa ha indetto un sondaggio via internet per sapere cosa pensavano gli utenti sui tempi del rilascio del Jailbreak per la nuova versione dell’iOS della Apple. I risultati hanno prodotto risultati interessanti, circa 80 mila persone è favorevole all’esecuzione del Jailbreak in tempi brevi, il restante dei votanti hanno detto che è indifferente e addirittura pensano di aspettare il rilascio dell‘iOS 6,  ma ora pod2g ha deciso di accelerare i tempi e proporre il jailbreak in tempo record?

Torna alla riscossa anche HackStore, il famoso market virtuale destinato a sistemi operativi OS X, insomma il jailbreak per MacBook e iMac sta per arrivare. Andrej Fedotov, ideatore e sviluppatore di questo ‘HackStore’, sta creando la piattaforma in stile Cydia e ha detto :” Il Mac App Store limita l’utente in tutto, non garantisce l’opportunità di sbloccare i limiti, questo non è giusto e allora mi sono chiesto perché gli utenti non possono decidere quali app installare e quali invece no? Questo è il principale problema al momento”.

Insomma, avere un Hackstore, un negozio in stile Cydia permetterà agli utenti di avere la possibilità di espandere i limiti del Mac App Store e installare sul proprio Mac tutto quello che vuole. Però, nel campo degli hacker i promotori di questo HackStore tengono a precisare che non ci sarà nessuna violazione delle regole. In pratica, Mac App Store sarà destinato a ospitare tutti quei software considerati legali dalla piattaforma, quelli che Apple non ammette nel negozio di software perché ci sono delle limitazioni. In pratica è un market dove non c’è pirateria, ma semplicemente il tutto sarà legale. La piattaforma ha già avuto un primo aggiornamento, l’interfaccia è molto simile allo store originale App Store di Mac, e i programmi sono suddivisi in categorie. All’interno c’è anche un motore di ricerca per cercare il proprio software.

C’è da dire che già c’è qualche piccolo problema di bug che causano alcuni crash, ma nulla di irrisolvibile con il prossimo aggiornamento. Attendiamo con impazienza l’aggiornamento dell’Hackstore e l’arrivo del Jailbreak iOS 5.1 da parte degli hacker di pod2g, presto la procedura di sblocco sarà disponibile su ogni smartphone e tablet e allora ci potremmo divertire con la personalizzazione del nostro iDevice Apple.