iPhone 5 e il supporto per i pagamenti

In Giappone sono millenni davanti a noi, loro possono pagare con il cellulare, noi siamo costretti ad usare ancora i contanti e le carte di credito , ma attenzione è possibile che Apple introduca questo tipo di tecnologia e questa forma di pagamento anche nel nostro paese e ovviamente in America e nel resto del mondo, come? Con il nuovo iPhone 5, il dispositivo della mela sembra  essere il candidato a portare anche da noi questa novità.

In giro sono numerose le voci che parlano di questa nuova tecnologia NFC, acronimo di Near Field Communication e associata a questa novità c’è anche il nome di Cupertino, insomma sono in stretta relazione. Con questa tecnologia si potranno fare pagamenti con il proprio dispositivo, immaginate di andare in metropolitana e non avere le monete ma solo le banconote, strusciate il dispositivo sull’apposito campo e così ecco a voi il vostro biglietto.

In Giappone questa tecnologia è presenta dal 2004, ovviamente riservata ai micropagamenti, come detto in precedenza per i biglietti della metropolitana o una bibita al distributore, insomma piccoli pagamenti di massimo 5 euro circa. Dunque, dopo aver introdotto l’assistente vocale SIRI

a cui si può chiedere qualsiasi cosa si voglia, come ad esempio di accompagnarmi a casa o di aprire un brano musicale ben preciso, ecco arrivare il Near Field Communication in iPhone 5 per effettuare , anche nel nostro mondo i micropagamenti e acquistare il biglietto della metropolitana in un batter baleno.

Siete pro o contro a questa tecnologia? Preferito i metodi tradizionali o volete sperimentare la NFC?