Apple perde contro Samsung

Apple Logo Luminoso

Ricordate la disputa tra Samsung e Apple

, ormai dura da anni e dopo che c’è stata una piccola pausa di 90 giorni dove Tim Cook doveva incontrare il CEO dell’azienda sud coreana , si ritorna a far guerra, questa volta in modo ancora più violento. Insomma quando si dice ‘duri a morire’. Più duri di così, non c’è niente perché sono anni ormai che si prendono a ‘pugni’.

Ora si è giunti ad un’altra svolta, un tribunale sito in Olanda, ha emesso una sentenza ai danni della società di Cupertino, la Apple dovrà pagare i danni alla Samsung dopo una violazione di un brevetto, un colpo di scena in questa battaglia legale che è in corso, come detto poco fa, già da tempo. Apple e Samsung si sono citate a giudizio a vicenda, una volta? No più di una volta, forse almeno dieci, tra tablet, smartphone e altri brevetti che non stiamo qui a citare. Mentre la società americana ha accusato più volte Samsung di aver copiato iPhone e iPad, senza mezzi termini, ora il mondo Android di Google pare che ha avuto la sua piccola rivincita.

La violazione è stata fatta dalla Apple e non dalla Samsung, almeno questa volta. Non è chiaro quanto Apple dovrà pagare a Samsung , il tribunale olandese non ha però specificato l’importo, ma solamente i danni che sono stati calcolati in base alle vendite degli iPhone e degli iPad nei Paesi bassi, ecco quanto scrive :

Samsung accoglie felicemente la sentenza della Corte olandese che respinge così le accuse di Apple sull’innovazione tecnologica. In conformità con la sentenza si cercherà di indicare una giusta cifra per ripagare i danni causati dal prodotto della società di Cupertino.

Samsung  inizialmente accusò la Apple di violare ben 4 brevetti, tuttavia poi il giudice olandese che solo uno dei quattro era stato violato, quello che indicava la connettività in 3G. La violazione viene applicata ai prodotti iPhone 3G, iPhone 3GS e iPad uno e iPad 2, mentre per quanto riguarda i nuovi modelli di tablet e smartphone non ci sono problemi.

Questi danni vengono calcolati in base ai dati di vendita in Olanda dei prodotti della Apple a partire dal 4 agosto 2010, la data in cui Apple cominciò a violare il brevetto della Samsung. Questa volta la società di Cupertino ha avuto il ben servito e sta meditando su una delle poche perdite in tribunale contro la Samsung, si è giunti comunque ad una svolta e si cercherà di ricevere notizie in merito alla cifra da pagare per risarcire il danno.

Intanto ci sono altre cause in corso tra le due aziende in tanti altri paesi del mondo, Italia compresa, passando per la Francia, la Cina e ovviamente anche per gli Stati Uniti d’America dove ad avere i problemi più grossi è il colosso asiatico che viola, a quanto pare, tantissimi brevetti della mela. Insomma, da una parte si vince e da una parte si perde, staremo a vedere nel futuro chi sarà il vincitore supremo di questa guerra che non finirà mai.

Dite la vostra.