Apple pubblica lista produttori

La società di Cupertino ci tiene ad essere trasparente e non aver alcun tipo di problemi, e così ha pubblicato il report 2012 sulla Supplier Responsability. Il documento è stato trasmesso all’ufficio stampa e al suo interno ci sono i dettagli di cosa è stato fatto per quanto riguarda garanzia e diritti dei lavoratori assunti dalla Apple per produrre i suoi dispositivi.

Il documento scende molto nei dettagli e spiega tutte le ricerche effettuate dalla mela e le violazioni incontrare e poi corrette, ma anche l’adesionee dell’azienda alla Fair Labor Association, un consorzio senza scopo di lucro che si batte per la tutela e i diritti dei lavoratori.

Tuttavia Apple ha reso disponibile anche una lista delle aziende che sono state contattate per la produzione dei dispositivi, quali iPhone

, iPad, iPod touch e tutti gli altri, indicando con particolare riguardo le aziende asiatiche, soprattutto quelle cinesi.

Sempre nel documento sono presenti tutti i dettagli delle problematiche riscontrate e poi risolte, c’è una lista completa di 156 produttori di componenti di cui la Apple è cliente. In dettaglio ecco alcune parti del documento :

  1. 18 fabbriche richiedevano l’analisi dell’epatite B ai candidati, 52 non avevano una policy che vietava la richiesta di analisi mediche;
  2. 24 fabbrice effettuavano test di gravidanza e 56 non avevano opportune policy per vietare questa pratica;
  3. In 93 stabilimenti c’era un eccesso di ore lavorative settimanali;
  4. 42 fornitori non erano in regola con i pagamenti.
  5. Violazioni gravi: in 15 società parte dei lavoratori avevano pagato un prezzo eccessivo all’agenzia di reclutamento in altre sono stati scoperti casi di lavoro minorile.