19

Feb

Apple, arrestato un analista per diffusione di informazioni

Il tribunale per Apple è ormai una seconda casa, tutto si svolge lì ormai, la maggior parte della giornata possiamo dire, perché? Per via delle numerose azioni legati in cui la società di Cupertino è coinvolta, che si tratti di guerra tra aziende o tra dipendenti, o che si tratti semplicemente di un’azione legale dove si chiede un risarcimento per i clienti ( queste sono rarissime), insomma gli avvocati dell’azienda sono sempre occupati.

L’altro giorno da Apple Insider arriva una notizia che riguarda un analista che ha diffuso informazioni molto private dell’azienda Apple, la società di Cupertino sappiamo che non tollera la diffusione anticipata di dati privati, ricordiamo il licenziamento di un dipendente di un Apple Store perché aveva parlato di iPhone 4S

prima del suo arrivo.

Tornando all’analista, si chiama John Kinnucam, quest’ultimo è stato arrestato venerdì scorso perché accusato di aver diffuso informazioni private dall’azienda di Cupertino e anche di Inisder Trading , ad occuparsi della faccenda è stato il tribunale di Portland.  Secondo la polizia, John ha pagato grosse somme di denaro negli anni tra il 2008 e il 2010 per venir in possesso di informazioni sui prodotti della Apple, ovviamente poi questi dati sono stati riutilizzati a scopi che ancora non sono chiari.

Comunque sia, secondo le voci, l’analista ha guadagnato circa 1,58 milioni di dollari utilizzando queste informazioni a proprio vantaggio, l’operazione dell’FBI, per fortuna è andata a buon fine e Kinnucam è stato arrestato, ora staremo a vedere come si svilupperà la cosa in tribunale e quanti dollari di risarcimento dovrà avere l’azienda californiana Apple.

 

Scrivi un commento