Angry Birds da smartphone a Facebook

Angry Birds è quel giochino dove dovete lanciare degli uccellini contro una serie di strutture per sconfiggere i mailini verdi ( i nemici) ci sono tantissimi livelli da superare . Il gioco , da quando è stato lanciato ( dicembre 2009) ha ottenuto un grande successo e l’azienda produttrice ha guadagnato moltissimo con circa 700 milioni di download.

Il gioco, inizialmente pensato per smartphone, ha cambiato piattaforma e ben presto l’abbiamo visto su computer, tablet, e anche sui social network, e proprio su quest’ultimi ha raggiunto l’apice del suo successo. Angry Birds, con lo sbarco su Google+ ( social network della società di Mountain Views) ha ottenuto un grande successo, e ora pare che lo sbarco su Facebook lo renderà ancora più famoso.

Rovio, l’azienda che ha sviluppato il giochino, ha comunicato che sono stati aggiunti degli effetti speciali, esplosioni , suoni e tanto altro per lo sbarco sul noto social network di Mark Zuckerberg , e pare che ora con gli 800 milioni di utenti che vanta il sito bianco blu, il successo per Angry Birds è assicurato.

Inoltre, secondo quanto comunicato da Rovio, il gioco supporta anche la grafica in tre dimensioni, questo vale a dire che gli utenti potranno giocare anche in 3D! E’, forse, il primo gioco con grafica a tre dimensioni pensato per un social network. Angry Birds

è la storia di un successo di alcuni sviluppatori, che da un semplice smartphone e una semplice applicazione, sono riusciti a guadagnare circa un miliardo di dollari.

Diciamo pure che Rovio è il sogno di ogni sviluppatore, pensare un gioco che potrà avere lo stesso successo è difficile, ma la speranza è l’ultima a morire.