Top Ten App Store, 10 mila dollari per la prima posizione?

Servizi poco legali usati in App Store

, il tutto è stato scoperto grazie ad una email mandata alla persona sbagliata. Alcuni developer della Apple sono stati beccati mentre utilizzavano strumenti poco convenzionali all’interno del negozio di applicazioni della mela, ecco il racconto di uno sviluppatore che è stato coinvolto.

A riportare la notizia è stato cofondatore di Iconfactory e sviluppatore per l’ambiente iOS. Il soggetto ha ricevuto una mail da un account cinese dove gli veniva proposto di pagare circa 10 mila dollari per avere la propria applicazione all’interno della Top Ten dello store di Cupertino. Nel messaggio c’era scritto che il tutto era legale, come? utilizzando degli account di iTunes che erano registrati regolarmente, in cambio veniva chiesto del denaro.

Ora la Apple sta riguardando completamente l’attuale Top Ten, si pensa che qualcuno abbia accettato l’offerta e ora la sua applicazione si trova nella top ten dell’App Store. Tuttavia ecco il commento di Maheux, il cofondatore di Iconfactory :

 

Il problema delle applicazioni truffa sono molto frequenti ma risolvibili. Apple ora dovrebbe semplicemente migliorare l’identificazione delle app e dovrebbe respingere quelle applicazioni truffa al momento della ‘revisione’. Attualmente però con account ‘legali’ di iTunes potrebbe risultare difficile per l’azienda californiana scovare queste applicazioni, ma se ciò accade con frequenza forse qualche possibilità di trovarle c’è. Meglio fare un controllo nell’attuale Top Ten per evitare applicazioni truffa all’interno di questa particolare classifica.

Sarà risolto il problema? Staremo a vedere come andrà a finire la faccenda, comunque ringraziamo lo sviluppatore per la segnalazione dei 10 mila dollari richiesti!!