28

Gen

Steve Jobs inviò una lettera a Google chiedendo di non rubare dipendenti

Sono numerosi i retroscena che si possono scoprire dopo la morte di qualcuno, soprattutto quando quel qualcuno non può più smentire e dire, dunque bisogna stare attenti a quali sono le verità e quali le bugie o le bufale, dipende da come si vogliono definire. Dopo aver visto come Steve Jobs

è riuscito ad ottenere il marchio iOS e il marchio iPhone, ecco che arrivano notizie riguardo i contatti con ‘Google‘, il colosso dei motori di ricerca.

Ieri è stata depositata una email di Steve Jobs, per via della causa che è sempre in corso che prevede di  non rubarsi i dipendenti a vicenda e che vede coinvolte le società più grandi al mondo :  Google, Intel e Apple. Nella mail di Steve Jobs, inviata nel 2007 nel mese di marzo, l’ex amministratore delegato chiese a Google di smetterla di rubare gli ingegneri di Apple. Dalle indagini vien fuori che Schimdt accettò subito la mail di Jobs e pose fine al reclutamento sfrenato dei dipendenti di Apple. Il personale di Google inviò anche una lettera di scuse a Steve Jobs per il comportamento sbagliato.

Intanto la causa dell’antitrust va ancora avanti per capire quel’era il punto a cui erano arrivati questi accordi tra le società , Apple, Google e Intel, se ci sono presupposti per concorrenza sleale o accordi che potrebbero far fallire altre società. Dovremmo attendere ancora qualche anno per scoprire qualche cosa, sicuramente le indagini dovranno essere molto approfondite.

Continuate a seguirci per maggiori informazioni, sicuramente i risvolti della faccenda verranno fuori.

 

Scrivi un commento