L’atto di fondazione di Apple supera il valore di manoscritti di Joyce e Proust

1 aprile 1976, non è un ‘Pesce d’Aprile storico‘, ma è il giorno in cui è stato firmato l’atto costitutivo della società più importante di sempre : la Apple. I tre fondatori sono Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne, sono passati 35 anni da allora e le cose sono cambiate … ora la società di Cupertino è un’azienda quotata in borsa ed è una delle più ricche e supera addirittura Exxon Petroli, un colosso del petrolio.

Steve Jobs è deceduto lo scorso 5 ottobre per via di un cancro al pancreas, mentre Ronald Wayne non fa più parte della società, almeno da 34 anni e undici mesi, già perché lui uscì dalla società un mese dopo la fondazione con una liquidazione pari ad 800 dollari! Wozniak gode di ottima salute ed è ancora all’interno della società di Cupertino.

Lo scorso giorno, questo documento firmato è stato venduto per una cifra record di 1,6 milioni di dollari, un record davvero in quanto questi tre ‘fogli di carta’ hanno superato il valore di alcuni manoscritti di Proust e Joyce, rari si ma a quanto pare meno importanti di quelli della Apple. Una cifra che permette a quest’acquisto e questa vendita di entrare nel guinnes world record per aver superato due manoscritti di due grandi artisti.

La Apple è sempre protagonista in un modo o nell’altro, intanto pare che presto ci sarà una nuova asta per altri documenti rari in possesso di Ronald Wayne, a quanto pare il terzo fondatore della società ha dei documenti dove è rappresentato il primo Apple I

e poi altri dove c’è l’Apple II , dei progetti che possono valere milioni di dollari, forse di più di quelli della fondazione della società di Cupertino, staremo a vedere se anche questa volta si entrerà nel guinnes world record per un acquisto storico.