iPad marchio , 60 milioni per tenere il nome in Cina

iPad, un nome una garanzia. E’ questo uno dei prodotti della società di Cupertino più amati e voluti dal pubblico, la tavola elettronica presentata dal fu allora CEO Steve Jobs

e che ha rivoluzionato un po’ la storia dei computer. Il marchio, famoso ormai in tutto il mondo, ha qualche problema di troppo in Cina, nel paese asiatico c’è una vera e propria azione legale dove è stata coinvolta la Apple per utilizzo improprio di un marchio già registrato qualche tempo fa.

iPad e il problema cinese

Il tablet della mela morsicata ha dunque qualche problemino, che a quanto pare però è quasi stato risolto. iPad, il marchio violato secondo un’azienda cinese, è al centro dell’attenzione e pare che la società di Cupertino sia pronta a pagare fior fiori di milioni di dollari per ottenere il libero uso e la proprietà del nome della tavoletta elettronica. Com’è giusto che sia, l’azione legale a quanto pare ha dato ragione alla società asiatica che ha registrato il nome prima ancora che Apple venisse al mondo con questo dispositivo, dunque non resta che sborsare per ottenerne la proprietà.

La vicenda, che va avanti ormai da tantissimo tempo e che vede contrapposte Proview, la società cinese, e Apple, sembra giunta ad un epilogo, insomma siamo arrivati alla fine. L’azienda cinese che ha detenuto il nome iPad per anni ed ha esercitato in Asia proprio sotto quel nome, ora ha deciso di venderlo alla società di Cupertino per una cifra di circa 60 milioni di dollari. Solo dietro pagamento di questa incredibile cifra, la Apple, potrà usare il nome del tablet anche in Cina, altrimenti sarà costretta a cambiare il nome ad un iDevice che ormai è conosciuto così. A sancire il prezzo da pagare è stato il tribunale di Guangdong in un comunicato ufficiale qualche giorno fa. Una cifra che corrisponde a molto meno di quanto la società cinese aveva chiesto, ma la legge è legge!

Attualmente dunque si è giunti ad una pace extra-giudiziaria, dove si evitano altre cause e altri fastidiosi ricordi legali che avrebbero potuto rivelarsi molto pericolosi per entrambe le società. A partire dal pagamento della cifra di 60 milioni di dollari la Apple potrà usare il marchio iPad anche in Cina, come stabilito dal giudice asiatico.

Al momento la società di Cupertino ha preferito non rilasciare nessun commento sulla faccenda, niente è stato detto e fatto, l’azienda californiana preferisce restare in silenzio e pagare la cifra come da accordi con Proview, così finalmente il marchio iPad tornerà nel portafoglio prodotti della mela, in modo che nessuno mai potrà utilizzarlo al posto dell’azienda e che la tavoletta elettronica sia riconosciuta proprio come accade nel resto del mondo!

Il tablet della Apple non corre più rischi, è al sicuro e lo sarà almeno finché non uscirà qualche altra società che rivendicherà il nome del prodotto o chissà che per dare fastidio al colosso dell’economia americana, la mela morsicata sarà però pronta a difendere, con le unghie e con i denti il tutto per assicurarsi la vittoria in ogni caso!