Google Maps dice addio ad Apple? Ma il guadagno è uguale

L’attesa per l’evento WWDC 2012 di San Francisco

è quasi finita il prossimo 11 giugno ci sarà l’appuntamento con Tim Cook e il team Apple per la presentazione di nuovi prodotti molto probabilmente. iPhone 5 non ci sarà sicuro, mentre avanza l’ipotesi e la possibilità di vedere iOS 6 e una possibile iTv e un iPad mini, anche se per quest’ultimo forse la possibilità è molto, ma molto bassa.

Ma torniamo a parlare di iOS, dedichiamoci completamente al sistema operativo dei dispositivi mobile della Apple. Attualmente i dispositivi iOS  sono tantissimi e Google guadagna tantissimo proprio da questi idevice con l’OS della Apple, sono circa il 2 per cento secondo quanto detto dall’analista Gene Munster che si occupa proprio di queste analisi di mercato.

Piper Jaffray Gene Munster stima che Google riuscirà ad ottenere circa 4,5 miliardi di dollari di entrate nel settore mobile e 500 milioni di dollari dal display e ben 4 miliardi di dollari dalle ricerche fatte da iOS che in questo modo contribuirà a far crescere Big G e far raggiungere questo risultato economico molto importante per il colosso dei motori di ricerca.Munster inoltre nell’analisi evidenza che il 40 per cento del guadagno di Google proviene da iOS e dunque ben 1,6 miliardi di dollari, toccando 2 per cento del guadagno totale dell’azienda di internet. Inoltre pare che la stima dei guadagni dovrebbe essere divisa in questo modo : 80 per cento dei guadagni proverrà da iOS , mentre da Android solamente il 20 per cento, che sarebbe poi il sistema operativo creato proprio da Big G.

Ma tutto questo è pronto a cambiare se il prossimo 11 giugno la Apple abbandonerà Google Maps per iOS, il WWDC potrebbe dunque segnare la fine di un accordo che dura da tantissimo e potrebbe cambiare il risultato economico dell’azienda, anche se Munster pensa che ciò non influenzerà i profitti delle due società ma contribuirà però a ridurre la presenza di Google nel mondo iOS che facendo due conti è presente dal lontano 2007 con Google Maps.  Anche se c’è da fare una precisione , Maps non sarà completamente assente da iOS in quanto rimarrà disponibile in App Store come un app nativa in stile Google+ , Google Chrome e tanti altre applicazioni del mondo Google. Non è chiaro però se Google farà una modifica alle attuali funzionalità di Maps che verrebbe comunque respinta dall’azienda di Cupertino.

Ci sono altri rumor che riguardano i progetti di Google, pare che prestissimo potrebbe arrivare su iOS il browser Chrome , questo potrebbe  cambiare un progetto non molto futuro in quanto da Mountain View c’è già in corso una cosa del genere. Attendiamo con impazienza la conferenza prossima di San Francisco del WWDC 2012 dove sarà presentato il nuovo iOS 6, l’attenzione sarà concentrata particolarmente sull’app nativa Maps che ora dovrebbe essere in 3D ( tridimensionale) grazie ad accordi con altre società.