Galaxy Nexus torna la settimana prossima

La situazione non è molto chiara, ma noi siamo qui per illuminarvi. Solo l’altro giorno abbiamo parlato di una causa che vede coinvolte Apple, Google e Samsung, tre società colossi dell’elettronica mondiale che sono pronte a scontrarsi senza esclusione di colpi. In ballo cosa c’è? Il Galaxy Nexus che fin dal suo arrivo ha causato qualche problema a Google ed a Samsung. Lucy Koh, giudice che si occupa dell’azione legale delle aziende, si è  messa a lavoro ed ha accusato Android e dunque Big G di violazione di brevetti.

Prontamente, la società di Mountain View ha provveduto a rimuovere dal mercato il dispositivo e anche dal Play Store, il tutto per apportare le dovute modifiche prima di rimetterlo in vendita, lo smartphone, attualmente fuori dal mercato subirà delle lievi modifiche che permetteranno al colosso dei motori di ricerca di riprendere le vendite e magari dar fastidio a qualche altro dispositivo sul mercato.

L’azione legale che abbiamo visto qualche giorno fa vede vincitrice la società di Cupertino che a quanto pare è riuscita a bloccare le vendite del Galaxy Nexus

 in un’ingiunzione preliminare. Dopo che Apple ha versato ben 96 milioni di dollari per la cauzione a Google prontamente è stato rimosso il dispositivo dal Play Store ed è apparsa la scritta ‘ Cooming Soon‘, preannunciando così il ritorno del Galaxy Nexus appena possibile dopo le modifiche effettuate per renderlo idoneo e per non violare nessun brevetto. La questione principale riguarda il sistema operativo che a quanto pare ha copiato alcuni aspetti di iOS , tipo ‘Slide to Unlock’.

Il Galaxy Nexus però è pronto a ritornare in fretta sul Play Store e potremmo vederlo già a partire dalla prossima settimana, almeno stando a quanto riportato dal sito ABC News. Il colosso dei motori di ricerca è già a lavoro e operativo per l’aggiornamento del software che sarà in grado di andare ad eliminare tutti i problemi relativi alla questione dei brevetti, aggirando in questo modo tutte le violazioni delle proprietà intellettuali di Apple, che è la causa dell’ingiunzione. Quando Galaxy Nexus torna su Play Store monterà molto probabilmente l’ultima versione del sistema operativo Android Jelly Bean, dunque potremmo vederlo già dalla prossima settimana sul sito di shopping.

Le funzionalità che interessano particolarmente la causa è il Quick Search Box‘ che è presente su Galaxy Nexus e che secondo le accuse della società di Cupertino questo viola l’interfaccia universale di recupero informazioni su un computer system. Le modifiche che sono e saranno eseguite da google manterranno il box di ricerca ma impediranno ai clienti di eseguire ricerche all’interno del cellulare, permettendo però la ricerca su internet.

Il lavoro di Samsung e Google in cooperativa ha avuto inizio e Lucy Koh dopo aver approvato l’ingiunzione di Apple potrebbe presto ricredersi e dar scampo alle due società per far tornare il Galaxy Nexus sul mercato, non è chiaro però quando arriverà questo dispositivo se la prossima settimana o tra qualche mesetto.

Voi cosa ne pensate? Conoscete il Galaxy Nexus? Dite la vostra con un commento sotto questo articolo.