Apple blocca il Galaxy Nexus in USA

Ancora Apple e Samsuang al centro dell’attenzione, dopo l’ingiunzione preliminare contro il Galaxy Nexus, lo smartphone di Google, ecco che si torna a parlare di questione di brevetti. Il Galaxy Nexus, bloccato alla vendita, è ancora in sospeso, la richiesta di Samsung di annullare il blocco alle vendite di questo smartphone è stato rifiutato dal giudice Lucy Koh che ha così negato il permesso.

Su internet le notizie che parlano di questo sono tante, Reuters riporta la notizia e dice che il giudice Lucy Koh ha respinto la richiesta della sospensione della causa preliminare concessa venerdì scorso da lei stessa, ricordiamo che l’ingiunzione è stata concessa con un esito molto simile, se non del tutto uguale, al Galaxy Tab 10.1. Il Nexus è stato soggetto alla stessa scelta, una decisione simile che ha portato al blocco delle vendite negli Stati Uniti d’America. The Verge ha confermato poi il tutto e pare che Apple ha versato una cauzione di 96 milioni di dollari per mandare avanti la causa e far sì che questa venga applicata. Si tratta di un pagamento obbligato per coprire le perdite nel caso in cui l’ingiunzione venga respinta dal tribunale in un secondo momento, ma a quanto pare a Cupertino sono sicuri di quel che fanno.

La società di Mountain View però non resta a guardare e sta lavorando ad una soluzione del software per evitare che i brevetti della Apple siano violati, queste proprietà intellettuali interessano principalmente un tecnologia che riguarda la ricerca unificata. Successivamente alla conferma di questa ingiunzione, il giudice, ha obbligato a Google di ritirare dal mercato e dal Google Play il dispositivo e ora la vendita dello smartphone è stata sospesa. 9to5mac.com ha aggiornato l’articolo con la pagina web con scritto ‘Coming Soon’ e inoltre pare che il riferimento sia portato a Jelly Bean Android , forse con questo ritornerà lo smarpthone.

Il Galaxy Nexus

però è sempre al centro dei problemi, in quanto l’azienda ha violato alcuni brevetti di Apple, da quando il prodotto è arrivato sul mercato, oltre a rivelarsi fallimentare come dispositivo, ha sempre avuto delle rogne per la questione brevetti con la società di Cupertino, che a quanto pare non resta a guardare e ha avviato una serie di azioni legali contro il colosso dei motori di ricerca e contro Samsung , sappiamo tutti com’è andata a finire.

L’azione legale – un po’ di storia

L’azione legale in casa Apple è ormai di base, ogni cosa che non le sta bene alla società ecco che entrano in azione i legali. La società di Cupertino è impegnata in un’azione legale contro la Samsung da un paio di anni e dopo una tregua di circa 90 giorni imposta dal giudice statunitense, si torna a far battaglia ed a vincere è sempre la Apple. L’azienda è riuscita a bloccare la vendita del Galaxy Tab 10.1 e Galaxy Tab 7 pollici per violazione del design, inoltre ha causato non pochi problemi al Galaxy Nexus di Google che ora si ritrova bloccato con le vendite negli USA.

Questo è quello che è successo in breve tra Apple, Samsung e Google.