6

Mar

Foxconn, nuovi macchinari per risolvere i problemi

Si ritorna a parlare di Foxconn e di fabbriche asiatiche, il noto produttore di dispositivi per conto di Apple ha recentemente implementato il numero di macchinari a Raggi X a disposizione per una rilevazione di prodotti difettosi più dettagliata rispetto al passato. Il famoso controllo qualità è stato dunque migliorato e vedere prodotti difettosi diciamo che sarà quasi impossibile per i clienti.

CNet è il primo blog a riportare la notizia ed a quanto pare  Foxconn è già operativa per quanto riguarda il controllo qualità sugli iPhone e sugli iPad

( iPad 3 dovrebbe essere presentato domani alla conferenza di San Francisco di Apple). Il numero di macchinari a Raggi X è sensibilmente aumentato e tutto questo per un controllo più accurato di dispositivi difettosi.

I macchinari si basano su algoritmi che consentono di rilevare giunture e circuiti difettosi in modo molto rapido evitando anche il rallentamento della catena di produzione e consentendo agli operai di lavorare più velocemente e anche di aumentare la produzione. Il nuovo sistema permetterà di migliorare la qualità dei prodotti e collaborerà ad aumentare l’efficienza del lavoro nella fabbriche Foxconn.

Cnet ha anche rivelato che i macchinari sono stati introdotti per l’inefficienza constata da Apple , magari il numero di terminali difettosi era troppo alto in base agli standard e dunque era meglio correre ai ripari. Staremo a vedere se l’azienda di Cupertino con questa mossa riuscirà a risolvere il problema dei dispositivi difettosi e che dovranno essere sostituiti a spese dell’azienda.

Possiamo finalmente dire addio a terminali Apple con problemi?

Scrivi un commento