Apple e Antitrust, la mela paga!

Qualche tempo fa la società di Cupertino era stata vittima di un’indagine dell’Antitrust per via di alcune regole infrante nel codice dei consumatori, il risultato? Aumento della garanzia da uno a due anni, e pagamento di una multa di circa 900 mila euro. L’azienda con sede a Cupertino ha presentato al TAR una richiesta per non pagare la multa , ma oggi arriva la conferma dal tribunale del Lazio.

La Apple Italia, Apple Sales Inernational e Apple Retail dovranno pagare la multa di 900 mila euro

per aver ingannato e offerto un’assistenza a pagamento ai suoi clienti. La Apple aveva richiesto di sospendere e annullare la sanzione , ma il giudice ha deciso affinché l’azienda californiana pagasse il suo ‘debito’.

Ricordiamo che la sanzione era stata applicata perché le sedi italiane della Apple non applicano regolarmente e pienamente la garanzia biennale a carico del venditore e inoltre offrono delle informazioni sbagliate e non precise riguardo alla durata del periodo di garanzia.

La notizia è stata riportata anche dalla Repubblica, quotidiano italiano, ora vediamo come andrà a finire e se l’azienda californiana presenterà un altro ricorso per cercare di sviare dai suoi compiti.

Ricordiamo che la durata della garanzia normale è di due anni a carico del venditore, dunque si può usufruire  dell’assistenza dell’azienda per due anni, mentre per Apple è differente la durata è solo un anno e c’è la possibilità di estendere la garanzia a due anni acquistando un pacchetto che prende il nome di Apple Care+ ( plus) che permette di avere più garanzia e assistenza gratuita.