Apple e Anobit, detto e fatto

Nei giorni scorsi si è parlato della volontà di Apple di acquistare l’Anobit , una società israeliana che produce memorie flash a basso costo ma di qualità decisamente superiore, per produrre i componenti di iPhone in proprio e senza l’utilizzo di terze parti. E mentre si è parlato la volta scorsa dell’apertura della fabbrica di Samsung in Texas

per poter costruire i processori per iPhone e iPad , ora si parla di produzione di memoria interna ad iPhone , tablet e iPod touch.

Acquistare questa società potrà portare dei benefici alla stessa Apple che così può abbassare i prezzi dei propri dispositivi oppure aumentare le entrate e dunque i profitti della società. La notizia dell’acquisto si è diffusa nei giorni scorsi e ieri è arrivata un annuncio, o quasi, dal Primo Ministro israeliano : La Apple ha acquistato la Anobit, società specializzata nel produrre memorie flash.

Ecco il messaggio pubblicato dal primo ministro : ” Apple inc. benvenuta in Israele con l’acquisizione nel nostro paese, sono certo che potrete beneficiare delle conoscenze delle menti di Israele”.

Sembra dunque quasi fatta, questo è un messaggio circolato su Twitter nelle scorse ore e dunque prima di ‘festeggiare’ è bene attendere un documento che attesti l’acquisto oppure una comunicazione da parte di una delle due società, comunque sia quel che pare sicuro è che la Apple è entrata all’interno di Israele acquistando qualche cosa, se la Anobit ancor meglio.

Secondo i rumors la cifra per l’acquisto è di circa 500 milioni di dollari, un acquisto record per Apple , superiore anche all’acquisizione di NeXT.