Archives Agosto 2014

Hi itsOnMe, l’app per scoprire luoghi ed esperienze

Vivere in una città non significa per forza conoscerne ogni angolo e ogni proposta.

Tanti si trovano a vivere a lungo a Milano o Torino, senza arrivare ad esplorare tutte le possibilità che questi luoghi possono offrire.

Per questo l’uso di un’app può essere una buona occasione per riscoprire una città, e per farlo in compagnia di persone nuove.

Uno degli obiettivi dell’app Hi itsOnMe è proprio questo: riunire le persone per eventi divertenti nelle città più belle d’Italia.

Come funziona l’app Hi itsOnMe

L’app Hi itsOnMe, già disponibile per Android e iOS, si basa sul significato della frase che le dà il nome.

Infatti, questa espressione inglese significa “Ciao, questo lo pago io”. Utilizzando l’app gli utenti potranno creare dei post offrendosi di pagare per un evento, oppure di dividerne a metà il costo con un altro utente.

Allo stesso modo, un utente potrà ricercare i post degli altri, decidendo di farsi offrire un pranzo, una cena o anche un semplice caffè, magari per scoprire le potenzialità di un nuovo locale della sua città.

Quindi, l’app non si basa sul semplice incontro, ma sulla condivisione di eventi ed esperienze, e anche sulla generosità di ogni iscritto.

In questo modo sarà possibile fare nuove amicizie, trovare un partner, o semplicemente trascorrere una serata piacevole.

Come iscriversi all’app Hi itsOnMe

Per iniziare ad utilizzare l’app Hi itsOnMe sarà essenziale iscriversi. 

Dopo il download verrà richiesto agli utenti di indicare i propri dati, e anche di scegliere quale sia il loro obiettivo nell’utilizzare l’app stessa: trovare un partner oppure fare nuove amicizie.

Ovviamente, anche l’obiettivo non sarà imperativo, e sarà sempre possibile decidere di stringere una semplice amicizia con chi si sia incontrato.

Successivamente, sarà necessario inserire i propri dati, dall’email al nickname, fino all’età e alla corporatura, così da poter validare il proprio profilo.

Nel momento in cui sarà stato fatto il primo accesso, l’utente potrà iniziare d usare l’app a tutti gli effetti.

Potrà creare un post per proporre un evento agli altri utenti, oppure potrà ricercare i post realizzati dagli altri utenti, magari per dividere una cena o farsela offrire.

Nel momento in cui gli utenti avranno deciso di incontrarsi, potranno chattare e, definito l’appuntamento, potranno salvarlo direttamente all’interno del calendario presente nell’app stessa.

Come si può vedere, quindi, l’app è davvero semplice da usare, e consentirà agli iscritti di esplorare luoghi nuovi in compagnia di tante persone interessanti. 


Come sostituire batteria iPhone da soli

Come sostituire batteria iPhone da soli? Non si tratta di una procedura così facile come si pensa, dato che per metterla in atto occorrono anche cacciaviti e soprattutto anche tanta delicatezza. Al contrario dei cellulari Android, gli iPhone non hanno una semplice procedura per poter sostituire la batteria. Il problema riguarda soprattutto la garanzia: se il cellulare viene smontato, non si può più usufruire di quest’ultima.

Come fare per riuscire a sostituire la batteria al proprio iPhone: l’occorrente

Non si tratta solo di smontare il telefono, dato che per capire come sostituire la batteria iPhone da soli si deve proprio parlare di leggere guide e a volte addirittura vedere video tutorial. In generale, è sempre bene riflettere prima di smontare il cellulare. Se è proprio necessario, si deve prendere un cacciavite della tipologia pentalobo per togliere le due viti collocate nella parte posteriore del telefono, ma non solo. Serve utilizzare anche una coppia di piccole ventose e un bastoncino di plastica per separare il retro dell’iPhone dal display, poi un cacciavite e una pinzetta utili a rimuovere le viti situate all’interno del telefono.

Come fare in pochi passi

Una volta smontato il telefono servendosi di tutto il materiale elencato, basterà automaticamente cercare di rimuovere la batteria con molta delicatezza. La parte difficile non consiste in questa rimozione, ma direttamente nello smontaggio del telefono e nella fase di rimontaggio. L’ideale sarebbe far praticare l’operazione a qualcuno di esperto, ma se non si ha troppo timore di rimuovere parti sbagliate e si è un po’ pratici di queste cose, ci si può riuscire senza problemi. In generale, basta solo avere l’occorrente giusto e smontare le due viti sul retro, facendo attenzione però poi a separare il display dalla batteria. Insomma, per sostituire una batteria al proprio iPhone basta fare molta attenzione.


iPhone 11

Nuovo iPhone 11 pro caratteristiche e prezzo

L’iPhone 11 pro è sul mercato da poche settimane, ma ancora molti consumatori si chiedono quali siano le sue caratteristiche, e il prezzo che sarà necessario pagare per portarsi a casa questo bellissimo dispositivo.

Ecco tutto ciò che avresti sempre voluto sapere sull’iPhone 11 e sulle sue diverse varianti.

IPhone 11 pro: il listino prezzi generale

L’iPhone 11 pro è uscito in diverse varianti, e il suo prezzo vede delle differenze a seconda delle caratteristiche dei modelli.

Per questo si può indicare un listino prezzi generale per tutti i differenti iPhone 11 pro:

  • iPhone 11 Pro da 64 GB: 1.189€
  • iPhone 11 Pro da 256 GB: 1.359€
  • iPhone 11 Pro da 512 GB: 1.589€
  • iPhone 11 Pro Max da 64 GB: 1.289€
  • iPhone 11 Pro Max da 256 GB: 1.459€
  • iPhone 11 Pro Max da 512 GB: 1.689€

iPhone 11 pro: le caratteristiche

Oltre al prezzo, sarai sicuramente interessato a conoscere le caratteristiche dell’iPhone 11 pro.

L’iPhone 11 pro è considerato il modello intermedio della nuova produzione Apple, ed è stato indicato anche come il diretto discendente dell’iPhone XS.

A livello estetico potrai, infatti, notare come sia simile a quello precedente, anche se con alcune differenze.

Questo, infatti, ha la fotocamera posteriore differente rispetto a quella del modello precedente, e sicuramente più performante.

Come hai potuto notare dal listino, il nuovo iPhone 11 pro è disponibile in tre formati dal punto di vista della memoria: 64, 256 e 512 GB.

Viene venduto in diverse varianti di colore, e la sua scocca posteriore in vetro opaco si accompagna al bordo in acciaio inox.

Un elemento al quale dovrai prestare molta attenzione sarà sicuramente la tripla fotocamera posteriore, che ha le seguenti caratteristiche:

  • Sensore grandangolare da 12 megapixel, ƒ/ 1,8
  • Sensore ultra-wide da 12 megapixel, ƒ/ 2.4 con un campo visivo di 120 gradi
  • Teleobiettivo da 12 megapixel, ƒ/2.0

Infine, il nuovo iPhone 11 Pro ha un display Super Retina XDR 2436 x 1125 da 5,8 pollici e 458 ppi.


attivare la geolocalizzazione su iPhone

Come attivare la geolocalizzazione su iPhone

attivare la geolocalizzazione su iPhone

Si chiama “geolocalizzazione” o anche “localizzazione”, ed è la funzione presente sia su Android, sia su iPhone, che permette di attivare il GPS. Attivarla sugli iPhone può essere un po’ più complicato rispetto agli altri tipi di cellulari, ma per riuscirci basta seguire alcune istruzioni. A volte attivare questa funzione può essere molto utile non tanto per vedere la propria posizione o per utilizzare Google Maps, ma anche per poter usare diverse altre applicazioni, le quali richiedono la localizzazione per poter funzionare.

Come attivare la geolocalizzazione su iPhone: le istruzioni

Per attivare la funzione di localizzazione sugli iPhone basta andare a cliccare sul simbolo dell’ingranaggio presente sulla home. Tale icona si riferisce al menù delle impostazioni. Una volta che si sarà cliccata questa voce, spingere su “Privacy”. Apparirà una nuova schermata dove tra le prime opzioni sarà presente una sorta di icona con una levetta, dove c’è scritto “localizzazione”. Se è su “off”, si deve cliccare su “on” e in un attimo si sarà attivata la funzione desiderata.

È possibile anche lasciare attivata la geolocalizzazione sempre, oppure solo mentre si usa una delle applicazioni presenti in primo piano, oppure mai. Se si sceglie tale opzione, allora non potranno mai essere avviate quelle applicazioni che ne richiedono l’uso per poter funzionare.

Come attivare la geolocalizzazione su iPhone: altri dettagli

Una volta attivata la geolocalizzazione, sarà possibile anche inviare la propria posizione su WhatsApp per potersi incontrare con amici, parenti e altre persone, oppure condividerla anche sui social. Una volta che però non è più necessario utilizzare la funzione che rileva la propria posizione, allora sarebbe meglio disattivarla per non consumare inutilmente la batteria. Se la si lascia attiva, infatti può succedere che il proprio iPhone si scarichi facilmente. In generale, sono molte le app che richiedono la geolocalizzazione, ed è opportuno imparare ad attivarla, per poterle


5 Password Managers per iPhone X

Con l’espressione “Password Managers” si intende indicare dei programmi che permettono di salvare le password del proprio iPhone. In realtà tali software possono servire anche per memorizzare automaticamente qualsiasi altra password presente sul PC oppure su altri dispositivi, utile per accedere ai social o in qualsiasi altro sistema richieda un nome utente e password. Esistono 5 Password Managers per iPhone X, uno dei cellulari più richiesti sul mercato e considerato come uno dei “gioielli” dell’odierna tecnologia. I migliori Password Managers per questo tipo di dispositivo sono “Dashlane”, “Sticky Password”, “RoboForm”, “Password Boss”, “Kapersky”.

5 Password Mangers per iPhone X: Dahlane e Sticky Password

Con questi due software sarà impossibile non ricordare le proprie password per il proprio iPhone X. Questo cellulare, oltre a poter richiedere un codice per poter essere sbloccato, ovviamente permette di accedere ad Internet, e lì ci sono diversi social a cui qualsiasi utente può registrarsi. Per farlo però, così come per accedere, ognuno dovrebbe tenere a mente una serie infinita di password: quella per l’account Facebook, per gli altri social, per la mail, per il conto in banca ecc…Questi sono tutti siti a cui si può accedere dal proprio iPhone X e che richiedono password diverse. Con Dashlane e con Sticky Password non ci sarà più il problema di doversi ricordare tutto: automaticamente, scaricando questi due programmi sul cellulare, si potranno salvare le password. Il primo si può provare gratuitamente, in modo che l’utente possa farsi un’idea prima di scaricarlo. Il secondo non prevede una sorta di “demo”, ma è comunque molto sicuro.

5 Password Mangers per iPhone X: RoboForm, Password Boss, Kapersky

Questi tre Password Manager possono essere molto utili per poter creare delle password molto difficili da far scoprire ai cosiddetti “key logger”, cioè I programmi che servono per scoprire la password altrui. Tutti e tre funzionano sempre nello stesso modo degli altri due: per scaricarli basta andare su “Play Store”, cercare il loro nome, e cliccarvi. In un attimo, tutti e tre cercheranno di suggerire delle password più sicure e poi chiederanno di poterle salvare. In questo modo, non sarà più necessario tenere a mente tutti questi dati.


sbloccare iPhone X

Come fare per sbloccare iPhone X

A volte può essere un problema non riuscire a sbloccare il proprio cellulare, soprattutto se si ha un iPhone X. Questo telefono ha diversi modi per sbloccarsi: uno è quello con codice, l’altro con Face Id, e un altro con il ripristino del sistema iOS.

Sbloccare l’iPhone X con Face ID oppure con il PIN

Face ID è un’applicazione che può aiutare a sbloccare il proprio iPhone X. Il tutto può essere utile se è stata già attivata e configurata, prima che sia avvenuto il problema del blocco. Come si può capire dal suo nome, Face ID permette di poter utilizzare nuovamente il cellulare, dopo aver riconosciuto il volto del suo proprietario. Per riuscire a farsi riconoscere, basterà posizionare il proprio viso di fronte alla telecamera, e poi Face ID sbloccherà il telefono. Il lucchetto, simbolo del blocco, infatti verrà aperto.

Il telefono però può essere sbloccato anche inserendo l’apposito codice PIN. In questo caso basterà solo digitare la sequenza numerica corretta, e automaticamente si potrà riutilizzare il cellulare.

Sbloccare iPhone X con altri metodi

Quando il problema persiste e il telefono continua a non sbloccarsi, è necessario avviarne il ripristino. Questa soluzione va adottata soprattutto se appare la scritta “iPhone disabilitato”. Per riuscire a metterla in atto serve un PC, iTunes e aver collegato l’iPhone X al computer. Basterà cliccare sull’opzione “ripristina iPhone” e automaticamente il telefono verrà aggiornato all’ultima versione iOS.

Si dovrà solo scegliere se ripristinare i vecchi dati oppure se fare un reset completo. L’unica cosa a cui si deve fare attenzione è proprio quest’ultima opzione: se si sceglie quella sbagliata, tutti i dati verranno persi. Anche se a volte sbloccare l’iPhone X può essere un problema, inutile preoccuparsi: esistono diverse soluzioni da poter utilizzare, per poter sbloccare il dispositivo e utilizzarlo nuovamente.


iPhone X: come chiudere le app

L’iPhone X è stato uno dei cellulari più venduti negli ultimi anni. La sua uscita sul mercato ha scatenato un vero e proprio boom. Gli utenti che ne possiedono uno però, appena comprato hanno dovuto imparare a chiudere correttamente le applicazioni.

Per alcuni potrà sembrare una cosa banale, ma vogliamo scommettere e vincere che non tutti hanno già scoperto come si fa? Rispetto alle versioni precedenti non è più presente il tasto “home” fisico quindi è diventato meno scontato.

iPhone X: chiusura delle app

La chiusura delle applicazioni in un iPhone X è un’operazione necessaria al fine sia di risparmiare batteria, sia per evitare di occupare ulteriore memoria. Il problema del sistema iOS è che quando un’applicazione rimane inutilizzata, questa rimane ancora “attiva” e crea una sorta di background nel sistema di questo smartphone.

Se l’applicazione viene richiamata dal “background”, il dispendio di energia sarà minimo. Se però la si chiude forzatamente e poco dopo la si riapre, il dispositivo dovrà spendere una quantità di batteria di gran lunga maggiore per poter avviare l’applicazione.

iPhone X: fasi sulla chiusura delle app

Chiudere le applicazioni che non si utilizzano sull’iPhone X non è difficile. Per riuscire nell’operazione però si devono seguire indicazioni precise. La prima è entrare nello switcher delle app. Con questo termine si indica la schermata che mostra l’elenco di tutte le applicazioni ancora attive che si contengono nel dispositivo.

La fase successiva è quella di far andare il dito in verticale, dal basso verso la parte centrale e poi tenere premuto fino a che non appariranno le app in esecuzione.

Nella lista che apparirà, vanno poi individuate quelle che devono essere chiuse e per disattivarle si dovrà di nuovo fare un movimento dal basso verso l’alto sulle loro icone.

In questo modo, le app che non servono verranno disattivate. È utile svolgere questa chiusura ogni volta che le applicazione non verranno utilizzate per un bel po’ di tempo. Quest’operazione ha dato qualche problema agli utenti perché non è immediata. Se nei cellulari Samsung basta cliccare un solo tasto per chiudere tutte le applicazoni, invece il movimento da effettuare sull’iPhone X è più delicato e diverso.


album fotografici sull'iPhone

Come Creare album fotografici sull’iPhone

L’ iPhone oggi è uno dei dispositivi più utilizzati. Il boom di successo che ha avuto negli ultimi anni continua addirittura a salire. Chi lo possiede può sfruttare le sue numerose funzioni, tra cui creare album fotografici. L’operazione è molto semplice e non richiede grandi capacità informatiche. Per riuscire nell’intento, basterà seguire le opzioni che il cellulare suggerirà.

Album fotografici sull’iPhone: come crearli

Creare album fotografici sull’iPhone è un’operazione che svolgono molti utenti. Molti preferiscono suddividere le foto in cartelle che abbiano tematiche differenti. Ad esempio, in una ci possono essere immagini di lavoro, in un’altra invece quelle della famiglia oppure quelle scattate con amici. Per poter riuscire a creare uno oppure più album si deve prima di tutto aprire l’applicazione delle immagini e cliccare su “Album”.

Qui apparirà una schermata e occorrerà spingere il tasto +. In seguito, il proprio dispositivo chiederà di scegliere quale nome si desidera attribuire alla nuova cartella. Scelto il titolo, lo si dovrà salvare. Il colore dell’album fotografico avrà inizialmente una tonalità grigia perché la procedura non è ancora terminata. Per riuscirvi, cliccare dove c’è scritto “fine”.

Per aggiungervi le foto, si dovrà iniziare un’altra operazione. Queste infatti, devono essere aggiunte dopo essere state selezionate. Prima si deve cliccare sull’album creato, dove ‘è scritto “modifica”. Basterà poi spingere il tasto “Aggiungi” e si aprirà una pagina che permetterà di scegliere le foto che si desidera inserire.

Le immagini possono essere scelte sia dal “Rullino foto”, sia da altri album, oppure da “Streaming foto”. Quando anche questo processo è terminato, cliccare su “fine”.

Album fotografici sull’iPhone: altri dettagli

Per creare album fotografici, la procedura da seguire sarà sempre la stessa per ogni tipo di iPhone. A volte può capitare che siano diversi solo i tasti da cliccare. Se in alcuni dispositivi può comparire “fine”, su altri può esserci “conferma”.

Se su alcuni c’è il simbolo +, su altri si deve cliccare su “Nuovo album” per crearne uno.  Organizzare tutto in cartelle diverse può essere particolarmente conveniente per tenere sempre in ordine le fotografie e trovarle facilmente quando serve selezionarle o inviarle.


smartwatch

IPhone: smartwatch compatibili

Hai un iPhone e vorresti acquistare anche uno smartwatch, ma non sai quali possano essere compatibili con il tuo cellulare?

Esistono moltissimi modelli tra i quali potrai scegliere, e qui ti presentiamo i migliori, quelli che ti daranno la giusta libertà di movimento e che ti consentiranno di goderti sia il telefono sia il tuo alleato “da polso”.

Gli smartwatch compatibili con l’iPhone

Eccoti una carrellata degli smartwatch che sono compatibili con il tuo iPhone:

  • LG Watch Sport

Il primo smartwatch compatibile con l’iPhone è LG Watch Sport.

È abbastanza grande a livello di dimensioni, ma ha anche moltissime funzionalità.

Utilizza un sistema operativo aggiornato, e grazie alle sue funzioni ti consentirà di utilizzarlo in modo completamente indipendente rispetto al cellulare.

Potrai, ad esempio, usarlo per i pagamenti, per i tuoi spostamenti, per la navigazione e anche per il tuo allenamento, grazie al sensore per la frequenza cardiaca.

  • Huawei Watch

Il secondo modello di smartwatch compatibile con iPhone che ti proponiamo è lo Huawei Watch.

Questo modello, più abbordabile rispetto ad altri, ha moltissime funzionalità, ma non vede la presenza del GPS, che è l’unica pecca.

  • Samsung Gear S3

Anche la Samsung ha realizzato il suo modello di smartwatch compatibile con iPhone.

Si tratta del Gear S3, un orologio compatibile con la piattaforma Apple pur essendo di una marca concorrente.

La bellezza di questo modello è costituita dal fatto di non sembrare uno smartwatch dall’esterno, ma di assomigliare molto di più ad un orologio di alta qualità.

Potrai usarlo per i tuoi spostamenti, grazie al GPS, per i tuoi esercizi, grazie al monitoraggio della frequenza cardiaca, e per molti altri tipi di funzioni.

  • Fitbit Blaze

Infine, per chi voglia uno smartwatch legato soprattutto alla cura del corpo e della salute, è presente il Fitbit Blaze.

Potrai usarlo per monitorare l’attività fisica, per le calorie bruciate e anche per il ritmo del sonno.


Come associare auricolari Bluetooth con iPhone X

Hai degli auricolari Bluetooth e vorresti associarli al tuo iPhone X? Non sarà un’operazione difficile, e avrai la possibilità di ascoltare la tua musica preferita, o di parlare al cellulare, senza avere più l’impedimento dei fili.

Come associare auricolari Bluetooth  con iPhone X: gli AirPods

Se hai gli auricolari Bluetooth nativi dell’iPhone potrai seguire una semplice serie di passaggi per arrivare alla loro associazione.

In particolare, dovrai:

  • Andare nella tua schermata di Home
  • Aprire la custodia degli AirPods tenendola vicino al telefono in modo che sia ricevibile
  • Verrà visualizzata, sullo schermo del tuo iPhone, un’animazione che indicherà la gestione della configurazione
  • A questo punto tocca Connetti e poi tocca Fine

Con questi semplici passaggi potrai già iniziare ad utilizzare i tuoi AirPods con il tuo iPhone X senza problemi.

Come associare auricolari Bluetooth con iPhone X: altri auricolari

Se vuoi associare auricolari Bluetooth con iPhone X che non siano AirPods dovrai seguire un altro tipo di procedura, ed in particolare:

  • Accendi il tuo iPhone X e vai su Impostazioni e Bluetooth
  • Attiva il Bluetooth e rimani nella schermata fino a quando la procedura di abbinamento si sarà conclusa
  • Imposta il tuo paio di auricolari nella modalità di rilevamento e attendi che questi vengano rilevati dal tuo iPhone X
  • Per eseguire l’abbinamento vero e proprio tocca il nome dell’accessorio nel momento in cui verrà visualizzato sullo schermo. Potrebbe essere necessario inserire il pin oppure una chiave di accesso per utilizzare il tuo nuovo paio di auricolari

Nel momento in cui sarai riuscito ad associare auricolari Bluetooth con iPhone X potrai iniziare ad utilizzarli per ascoltare la musica, per usare Siri e anche per le tue conversazioni.

Ovviamente, diversi dispositivi potrebbero richiedere passaggi intermedi, ma questo è il procedimento standard per effettuare l’associazione degli auricolari Bluetooth con il tuo nuovo telefono Apple.