19

Mar

Apple vende copie illegali in iBookstore

La società di Cupertino è sotto torchio, soprattutto in Cina dove ha avuto sempre qualche difficoltà- Non bastano le dispute legali che riguardano i brevetti e il nome dell’iPad, ma anche la connettività di rete LTE arriverà molto più tardi del previsto, a tutto questo c’è poi da aggiungere le copie illegali sull’iBookstore!

22 scrittori hanno citato in giudizio la Apple, pare che la società abbia commercializzato sullo store dei libri, circa 95 copie pirata di libri degli autori che hanno denunciato l’azienda. Questi hanno richiesto circa 8 milioni di dollari di risarcimento. La vicenda è iniziata con una lettera inviata dagli scrittori dove si contestavano i libri pubblicati in iBookstore e si chiedevano spiegazioni in merito. La Apple ha risposto con Huang Yu’na, addetto stampa orientale, che ha affermato che la società tiene a cuore l’importanza intellettuale e fa di tutto per proteggerla.

Intanto il National Copyright Administration ha riconosciuto e condannato il comportamento scorretto di Apple e sarà necessario attendere il giudizio di tutti gli altri uffici prima di proseguire in questa disputa che a quanto pare durerà un bel po’. La Apple è decisamente in torto, staremo a vedere come se la caverà questa volta l’azienda californiana.

I libri in questione sono stati pubblicati sull’iBookstore cinese e sono stati scaricati centinaia di volte scatenando la furia dei  22 scrittori colpiti, ora la Apple si sta preparando con gli avvocati a rispondere prontamente alle richieste, intanto i libri sono stati eliminati dallo store online e presto scopriremo come finirà la faccenda.

La Apple ha fatto un guaio questa volta!

Scrivi un commento