21

Nov

Giocare con smartphone prima di dormire non va bene

Nuove minacce “incombono” su di noi, infatti, gli smartphone possono diventare dei veri nemici del sonno. Utilizzarli durante il giorno per navigare in Internet, cercare mappe, ascoltare musica e parlare con gli amici non fa problemi ma di notte diventano un problema.

La conferma arriva da un recente studio effettuato da un gruppo di scienziati, arriva la conferma che eseguiamo delle procedure che oltre a non esser e di vitale importanza non fanno altro che mettere in pericolo la salute. Infatti, utilizzare un dispositivo i di questo genere, vi permetterà di alterare il riposo del nostro corpo e ci fa svegliare più stanchi di un’altra persona che ha dormito la stessa quantità di ore ma senza aver utilizzato uno smartphone prima di addormentarsi.

Non si tratta di una novità esclusiva, eppure è in grado di suscitare sempre un sacco di attenzioni. Pensate che il 95% della popolazione mondiale, prima di andare a letto utilizza senza i problemi gli smartphone per mandare sms, navigare tanto altro. In realtà non si tratta di un’abitudine favorevole per l’organismo umano.

Inoltre questa “abitudine” può avere delle ripercussioni sulla coppia, perché una persona su tre preferisce rinunciare al sesso piuttosto che allo smartphone. Il 90% delle persone tra i 18 e i 29 anni si addormenta con lo smartphone sul cuscino, 1 su 4 non metto lo smartphone in modalità silenziosa e questo causa problemi di insonnia e stanchezza il giorno dopo.

Quindi risulterà anche difficile rinunciare al messaggio della buona notte e ai vari social network, ma sarebbe meglio mettere da parte lo smartphone per qualche sera.

Scrivi un commento