11

Feb

Steve Wozniak propone un iPhone basato su Android

Steve Wozniak propone un iPhone basato su Android

Un iPhone basato sul sistema operativo Android? Non si tratta di una proposta indecente dei vertici di Google, bensì di un’idea di Steve Wozniak, il co-fondatore di Apple che di tanto in tanto rilascia delle dichiarazioni interessanti sul mercato informatico.

Steve Wozniak è senza dubbio un personaggio interessante: nonostante sia il co-fondatore di Apple, spesso si lancia in dichiarazioni pubbliche che un normale PR aziendale non farebbe mai, criticando senza problemi la sua stessa azienda. A volte non si limita alle semplici critiche o confronti con la concorrenza, ma addirittura propone delle idee sui futuri prodotti della Mela morsicata, e stavolta è toccato all’iPhone.

In una recente intervista a Wired durante l’evento Apps World North America, Steve Wozniak ha fatto sapere che l’ingresso di Apple nel mondo Android sarebbe una cosa positiva per la compagnia californiana:

“Non c’è nulla che possa tenere Apple fuori dal mercato Android come mercato secondario… potremmo gareggiare in due arene allo stesso tempo. Potremmo competere molto bene. Le persone amano lo stile e l’eleganza della produzione che mettiamo nei nostri prodotti, rispetto ad altri prodotti Android.”

Si tratta in effetti di una dichiarazione che non fa una piega. Gli smartphone Android spesso sono meno curati rispetto ai prodotti Apple, anche se ultimamente in commercio ci sono dei device particolarmente accattivanti, come i Sony Xperia.

L’idea è teoricamente fattibile: il sistema operativo Android, data la sua natura open-source, può essere utilizzato da qualsiasi produttore senza alcun problema di licenza. Ok, in realtà c’è la questione della licenza del marketplace Google Play Store, ma Apple potrebbe sempre decidere di escluderlo in favore di una versione modificata dell’App Store.

C’è un problema però: uno dei punti di forza di Apple è la perfetta sinergia tra hardware e software. Se viene a mancare quella, un prodotto Apple non è più lo stesso, e rischierebbe soltanto di confondersi con le proposte della concorrenza. Per intenderci, il sistema operativo iOS è fatto per funzionare su pochi dispositivi: iPhone, iPad e iPod Touch. I vari modelli differiscono per la risoluzione del display e la potenza del processore, ma le fondamenta sono sempre le stesse. Una cosa del genere non accade con Android: il sistema operativo mobile di Google infatti è nato per poter funzionare su centinaia di smartphone e tablet differenti, e pertanto non sarà mai ottimizzato a dovere.

[Via

]

Scrivi un commento