SIRI, mi vuoi sposare? ma solo in inglese

“Siri, do you want marry me?” – Siri, vuoi sposarmi? E’ questo ciò che è stato chiesto per la prima volta a SIRI e lei, perché è la voce di una donna quella dell’assistente vocale di Apple, ha risposto :” Meglio se restiamo amici”.

Appena acceso l’iPhone è stata questa la domanda che è stata fatta, insomma dopo una serie di domande serie, del tipo “ Che tempo fa oggi” o “Mi accompagni a casa”, quella sul matrimonio poteva starci.

Il problema però ad usare questo assistente vocale è la lingua, SIRI parla e capisce solamente l’inglese, almeno al momento. Dunque o si impara a parlare inglese perfettamente o non ci sarà dialogo.

SIRI capisce solamente un accento perfetto, dunque non è che si può parlare alla Totò l’inglese, bisogna farlo nel modo perfetto, con i giusti accenti o ci ritroveremo con delle risposte che non hanno un significato in quel momento.

La curiosità però è che in Inghilterra SIRI è un uomo, mentre se parla americano è una donna e pure con una voce sexy! Il problema però è come usarlo se è solo in inglese, per prima cosa se non si è madrelingua si potranno usare comandi brevi, si imparano gli accenti a memoria e il problema è risolto, ma se si vuole dettare una mail? Allora il margine d’errore aumenterà sostanzialmente, soprattutto considerando che la pronuncia non sarà perfetta…

Insomma, volete parla con SIRI? Allora parlate inglese e fatelo in modo perfetto, altrimenti non vi capirà di certo o vi risponderà con qualcosa che non significa nulla… almeno all’apparenza!