iPhone 4: attenzione ai cloni

Sembra, come riportato da giovaniblog a prima vista, un vero iPhone 4 ma dopo qualche secondo ci si rende conto che altro non è che una perfetta imitazione made in Cina: possiamo dire che fra tutti i cloni che girano in rete questo sembra essere veramente il migliore.

Vediamolo meglio 😉

I dettagli costruttivi della scocca sono impressionanti:
– il corpo è sottile e robusto come confermano i ragazzi di M.I.C gadget, con la sola differenza è che esso è interamente costruito in plastica (a differenza dell’originale che è in vetro);
– una cornice metallica, come nell’originale iPhone 4, unisce i due semigusci, ma qua non funge da antenna;
– il display è da 3,5 pollici anche se non ne è nota la risoluzione (il costruttore non la riporta). Sicuramente non è un retina display  ma come assicura chi l’ha testato la validità dello schermo è accettabile;
– come nell’originale c’è una fotocamera anteriore con flash;
– la batteria a bordo risulta essere rimuovibile;
– lo spessore di questo clone di iPhone 4 è di 10,3 mm  (appena 1 mm in più dell’originale);
– sul lato sinistro del telefono sono presenti tre pulsanti (due per il controllo del volume e l’altro per scattare foto immediate e per attivare la fotocamera);
– nella parte superiore e’ presente il pulsante power /sleep ed un jack per l’auricolare;
– sull’estremita’ inferiore è presente un altoparlante ed il connettore per ricaricare la batteria o per collegare il device al PC via USB;
– nella parte posteriore trova ubicazione una fotocamera (secondo il costruttore da 5Mp ma effettivamente da soli 0,3 Mp e corredata anche questa di flash led);
– nella parte inferiore trova colllocazione l’indicazione della memoria di questo iPhone 4 clone, la cui capienza e’ indicata 64GB ma, dal test effettuato risulta invece essere solamente da 64MB.

Ed il prezzo?
Solo da questo anche un bambino di 5 anni potrebbe intuire che si tratta di una imitazione: l’equivalente di soli 100$ … 

Qua sotto alcuni video video di questo iphone 4 “tarocco” in funzione: cosa ne pensate?

Fonte