Inviare SMS da iPhone: attenzione agli addebiti non previsti

Macity ha reso noto un problema che potrebbe verificarsi, causa bug dello standard GSM, inviando SMS da alcuni samrtphone, iPhone compreso: si potrebbe avere un addebito superiore a quello ipotizzato causa invio di un numero superiore di SMS determinato da errato conteggio dei caratteri inseriti nei medesimi.

Si puo’ incorrere in questo inconveniente di eccessiva tariffazione (in relta’ si tratterebbe di tariffazione per invio di un numero di SMS superiore a quello ipotizzato) utilizzando nel testo del messaggino di testo caratteri speciali come ad esempio la lettera “è”.

Questi caratteri speciali in pratica verrebbero conteggiati in maniera errata e farebbero impazzire il counter di iPhone. Sembra che inserendo tale carattere all’interno di un SMS il limite di caratteri per singolo messaggio di testo scenderebbe da 160 a 70, causando ad esempio doppio invio sforando il numero dei 70 caratteri: in pratica inviando un SMS da 100 caratteri in realta’ si pagherebbe come se se ne fossero inviati due (uno da 70 caratteri ed uno da 30).

Cio’ succede poiche’ inserendo caratteri speciali nel testo di un SMS questo diventa in formato Unicode che non prevede piu’ di 70 caratteri per singolo messagino.

Alcuni smartphone hanno risolto questo problema, altri come ad esempio iPhone non ancora.

Un consiglio?
Prima di inviare un SMS verificatene sempre il numero di caratteri indicato dal contatore dell’applicazione iPhone SMS.

Sotto un’immagine che evidenzia il diverso conteggio dei caratteri in presenza di un carattere speciale come la “è” invece di una semplice “e” con accento inserito a parte.

Fonte