Apple e Motorola, il 2,25 per cento corrisponde a 1 miliardo di dollari

L’altro giorno abbiamo visto che Motorola, dopo aver vinto la causa contro la Apple , ha richiesto una percentuale sui guadagni dei dispositivi della società di Cupertino, precisamente il 2,25 per cento su ogni dispositivo che contiene uno o più brevetti

che sono stati registrati dall’azienda acquistata da Google.

Ma a quanto corrisponde questo 2,25 per cento richiesto da Motorola? Bhe , a molto, andiamo a vedere a quanto ammonta la richiesta nel 2011 . Secondo i dati raccolti e i vari calcoli, la cifra richiesta dall’azienda asiatica ammonta a circa un miliardo di dollari, tutto questo in relazione alla vendita degli iPhone .

La richiesta economica è arrivata da Motorola per concedere in licenza i brevetti registrati in modo da consentire la vendita degli iPhone regolarmente. L’ingiunzione ai danni di Apple è stata approvata e sospesa poi dal tribunale tedesco, successivamente la Motorola ha rifiutato molte volte di concedere in licenza i brevetti in questione e ha chiesto ai giudici di intervenire.

Successivamente, Motorola ha chiesto la percentuale del 2,25 per cento dei dispositivi venduti con quei brevetti, la notizia è stata confermata e riportata anche dal Wall Street Journale e ora vede la società di Cupertino nei guai, tuttavia a casa Apple i legali stanno presentando un ricorso in modo da alleggerire la percentuale e di conseguenza la royalty da pagare.

Non ci resta che attendere la decisione del giudice in merito alla questione, sicuramente nelle prossime settimane si pronuncerà e scopriremo a quanto ammonta la percentuale che Apple dovrà pagare a Motorola per usare i brevetti.