Altro top manager di Apple nell’occhio del ciclone

Paul Devine, global supply manager di Apple, e’  stato l’altro ieri arrestato con l’accusa di rivendere informazioni top secret di Apple, assieme al complice Andrew Ang, ad aziende asiatiche di Cina, Corea del Sud, Taiwan e Singapore.

In pratica egli, disponendo di informazioni riservatissime sui futuri prodotti Apple, le rivendeva ad aziende orientali che potevano sfruttarle giocando d’anticipo e proponendosi poi all’azienda di Cupertino come possibili fornitori in esclusiva.

Si dice che al solo Devine la vendita di queste info riservate abbia fruttato non meno di un milione di dollari.
Egli sara’ sentito in giudizio presso la corte del distretto settentionale degli Usa a San Jose lunedi’ 16 agosto alle 13.30.

Fonte