Applicazioni a pagamento? Non vanno più di moda

rsz_apple-app-store-apps


Arriva una conferma davvero interessante dall’App Store Usa, dove recentemente è accaduto un fatto importante, considerato addirittura un momento storico per il mercato delle app iOS. Nel momento in cui Pages è uscito dalla classifica delle 10 applicazioni più redditizie, in questa lista non erano più presenti applicazioni a pagamento per iPad.
Ricordate i primi lanci delle app per iPad? In quel momento il mercato era dominato prevalentemente da applicazioni con prezzi più o meno elevati. Stiamo parlando di un mercato software legato a vecchie regole che ormai stanno per essere soprapassate.
In questi anni abbiamo avuto la possibilità di assistere a un significativo cambio di tendenza degli sviluppatori, che hanno realizzato questo concetto: le applicazioni gratuite con sistema di in-app purchase intelligente e con dei ganci appetivi, riescono a creare un reddito più elevato rispetto a quello ottenuto con le applicazioni a pagamento.
Il concetto è stato integrato anche all’interno di App Store, in questo momento, all’interno del portale è presente solo un’applicazione a pagamento nella classifica della top 20 app più redditizie. La situazione si è rivoluzionata è le app che generano più guadagni, sono quelle con un volume di download basso ( Clash of Clans).
Quest’ultima è stata l’applicazione più redditizia di tutto il mese di gennaio. Gli sviluppatori hanno capito che separare la rendita dell’app dal numero dei download che gli utenti hanno effettuato, riesce a sedurre un numero piuttosto elevato di fan.