19

Feb

iWatch: cosa sarà per gli utenti

iwatch-graphic-001


Apple pensa all’iWatch come a un orologio tecnologico all’avanguardia, per il momento sappiamo che esistono due tipologie di smartwatch, quello capace di funzionare solo se si è collegati ad uno smartphone e quelli che sono in grado di funzionare in maniera automatica ma che ovviamente aumentano le loro funzionalità se collegati a uno smartphone.
Analizzando le caratteristiche dell’iPod Nano di sesta generazione, il dispositivo potrebbe rientrare nella seconda categoria se non fosse che non può collegarsi a uno smartphone. Il progetto di Apple di realizzare iWatch partendo dall’iPod nano ed aggiungere una connessione Bluetooth sembra interessante ma rimane il problema della scarsa autonomia della batteria che richiede una ricarica giornaliero.
Secondo molti analisti iWatch potrebbe diventare un dispositivo molto semplice e leggero con una batteria ottimale, altri invece lo considerano già una versione in miniatura del pc, un computer da polso per gestire le proprie attività senza problemi.
La conferma arriva direttamente da Jean-Louis Gaassè che dichiara: “L’azienda di Cupertino sta lavorando su un iWatch che può essere considerato come un personal computer ancora più personale, forse un computer intimo? A questo punto viene da chiedersi come sarà l’interfaccia utente, i sensori e le nuove applicazioni che verranno integrate.
Voi come immaginate l’iWatch?

  • 20 febbraio, 2013, 00:36

    Spero con il sensore di impronte come “sblocco”.. Il resto e abbastanza immaginabile.

  • sara-papis
    22 febbraio, 2013, 09:49

    Ciao Brayan, grazie per il tuo commento, quindi tu acquisteresti subito iWatch?

Scrivi un commento