I Muse censurati da Apple?

Molti di voi conosceranno il gruppo britannico Muse, ebbene lo sapete che questa band popolare in tutto il mondo è stata censurata da Apple? A quanto pare non sono state gradite le parole del testo di una canzone, perché hanno impedito di catalogare l’applicazione e la musica adatta a un pubblico di utenti con più di 12 anni.

I Muse sono un gruppo alternative Rock e questa volta devono vedersela con Apple. L’azienda di Cupertino ha dato una sonora sforbiciata al video del loro concerto in merito a iTunes Festival. Pensate che il video originale dura 1 ora e 30 minuti, mentre la versione disponibile su iTunes dura solo 1 ora e 9 minuti.

Magicamente 21 minuti di concerto sono spariti magicamente. Per quale motivo? Sono state eliminate le parole: do what the fuck you want to”) di “Panic Station”, canzone tratta dall’album The 2nd Law che Matthew Bellam.

Ancora una volta Apple dimostra di aver “paura” di alcune parole lanciate contro l’azienda o nei confronti delle applicazioni disponibile all’interno dello store ufficiale. Il nuovo disco the 2nd Law è stato pubblicato il 1 ottobre ecco la tracklist ufficiale:

1. Supremacy
2. Madness
3. Panic Station
4. Survival (Prelude)
5. Survival
6. Follow Me
7. Animals
8. Explorers
9. Big Freeze
10. Save Me – 5:09 (Chris Wolstenholme)
11. Liquid State – 3:03 (Chris Wolstenholme)
12. The 2nd Law: Unsustainable
13. The 2nd Law: Isolated System

A questo punto viene da chiedersi Apple può davvero permettersi di censurare il video ufficiale dei Muse? Il gruppo britannico non avrà nulla da dire in contrario? Non ci resta che attendere la risposta da parte della band oppure un cambiamento di programma da parte dell’azienda di Cupertino.