Apple pensa ai prezzi degli e-book


La Commissione Europea ha chiuso le indagini sulle politiche adottate dalla casa di Cupertino riguardanti la vendita degli e-book, tale decisione sarebbe stata presa dopo aver recepito gli impegni a riguardo della stessa Apple e di 4 Editori.
Questo significa che il gruppo di Tim Cook e soci e tutti gli altri soggetti precedentemente al centro delle indagini, avrebbero assicurato che lasceranno i retailers liberi di praticare i loro prezzi e gli eventuali sconti su titoli in base alla normativa vigente degli stati membri dell’Unione.
Per diversi mesi, la mela morsicata è stata oggetto di indagini analoghe anche negli Stati Uniti dove però l’Antitrust avrebbe raggiunto un accordo sulla base di una diversa regolamentazione e sostanzialmente a differire sarebbero in pratica i limiti relativi alla scoutistica applicabile.
Quindi in America saranno gli stessi rivenditori che potranno, infatti, decidere di scontare gli e-book anche di una cifra superiore a quello che è il loro margine di guadagno. Sicuramente questo li porterà in perdita e per i retailers dell’Unione Europea ciò sar invece impossibile in quanto non consentito dalle leggi riguardanti l’editoria.
Voi che ne pensate di questa iniziativa? Sicuramente scontare gli e-book permetterà di accedere a moltissimi libri e manuali a tantissime persone, quindi non dovrete far altro che selezionare l’ebook preferito e decidere di acquistarlo direttamente online.
Apple per la prima volta pensa alla possibilità di accedere a tutti gli utenti offrendo pezzi bassi e low cost? Sarebbe una bella rivolta che non deluderà le vostre aspettative.