3

Dic

Apple e la politica rigida

La Apple è famosa per la rigidità di contatto con l’esterno, sicuramente c’è chi ricorderà del licenziamento di un dipendente che ha lasciato un post su Facebook

e si è ritrovato senza lavoro. Segreto aziendale, ciò che succede nell’azienda, resta nell’azienda , in pratica è questo il senso, la società di Cupertino è rigidissima e salda sulle sue idee.

Divieto di parlare online di Apple, questa è la nuova direttiva imposta dall’alto della società, chi parla della mela al di fuori dell’azienda o di un Apple Store, o online , è soggetto ad un piccolo reato aziendale. Le restrizioni della società di Cupertino, se violate , potrebbero portare ad una decisione inevitabile : Licenziamento.

Ecco cosa c’è dietro la mela, andiamo a scoprirlo insieme :

In un documento ufficiale di Apple , la società fornisce ai suoi dipendenti delle ‘leggi’, una specie di 10 comandamenti che non si devono mai infrangere , ma quali sono queste norme?

Per prima cosa è vietato per i dipendenti parlare male della Apple su Facebook o altri social network, in quanto potrebbero subire delle conseguenze per ciò che viene scritto online se Apple ritiene offensivo o lesivo per la società le parole dei dipendenti.

Tra le altre regole figurano cose molto interessanti, ovvero :

  • I dipendenti possono avere un sito personale, ma al suo interno non si può discutere di Apple… in alcun modo;
  • I dipendenti Apple sono invitati a non commentare sui blog che riguardano argomenti Apple;
  • Apple chiede uno spirito di squadra, onestà, riservatezza e rispetto ai suoi dipendenti;
  • Non parlare di rumors.

Scrivi un commento