Apple offre “mancia” per LocationGate?

Vi ricorderete sicuramente la questione LocationGate che aveva coinvolto un po’ di tempo fa Apple per il tracciato e la raccolta dei dati relativi alla posizione geografica di tutti gli utenti

in possesso di un iPhone, iPod e iPad.

Da qualche settimana era sceso il silenzio più tremendo sulla questione ma ora è arrivata la notizia ufficiale: pare che Apple dopo un lungo periodo di silenzio stampa, abbia interrotto tutto pagando la prima somma relativa a questo scandalo. Per il tribunale coreano Apple doveva pagare solo 946 dollari, un cifra davvero irrisoria rispetto ai milioni di dollari da pagare all’America per esempio.

Apple Corea ha accettato di pagare questa “mancia” seguendo l’ordine del tribunale per non trovarsi nei guai a causa di una “manciata” di spiccioli. La notizia è stata riferita da due finanziari che non hanno desiderato essere identificati per via delle autorizzazioni.

Come mai la corte coreana ha preso questa decisione? Il risarcimento modico per la Corea del Sud sarà lo stesso che Apple dovrà fornire agli Stati Uniti? Molto probabilmente no visto che si parla di cifre molto elevate, siamo sicuri che Apple sia disposta a pagare quelle quote?

Non ci resta che attendere l’evoluzione di questa avventura mediatica ma di certo Apple non se la passerà bene per un certo periodo. Il Location Gate è un argomento ancora molto sentito, per questo motivo è arrivato il momento di capire fino a che punto Apple centri con questo scandalo che non si vuole arrestare.

Voi quali idee avete sulla questione? Apple pagherà? Oppure no?